Natura allo stato puro

La produzione lattiera basata sul fieno, che segue il ritmo naturale delle stagioni, è un metodo antichissimo, probabilmente il primo mai adottato. Durante la bella stagione il bestiame pascola sui prati e sugli alpi, dove trova aria limpida, acqua pura e erbe profumate in abbondanza. Anche in inverno il foraggio è di primissima qualità, poiché le mucche sono nutrite con il fieno raccolto durante l’estate, che è stato lasciato essiccare al sole in modo naturale. Oltre a questo fieno eccellente, in inverno ricevono anche, come complemento alimentare, una farina di cereali ricca di oligoelementi.

Il nostro bestiame non riceve in alcun caso foraggio insilato, ossia erba o mais fermentati. Con la gestione estensiva dei prati e dei pascoli, i contadini che aderiscono al nostro marchio rispettano le risorse naturali, proteggono l’ambiente e aiutano a conservare la biodiversità.

Più varietà – più sapore

La varietà delle erbe di cui si nutrono le mucche è decisiva per garantire il sapore e l’eccellente qualità del latte da fieno. Sui prati e sui pascoli svizzeri cresce qualcosa come un migliaio di erbe diverse. Per il nostro bestiame queste distese verdi sono una vera e propria delizia, e per noi sono la condizione indispensabile per ottenere un latte di primissima qualità.

Tra tutte queste erbe troviamo, ad esempio, la festuca, la fienarola, diversi tipi di trifoglio, l’erba mazzolina, la coda di topo, la veccia, la piantaggine o il dente di leone. La natura offre alle nostre mucche una grandissima varietà di squisitezze – che non piacciono solo a loro poiché, in fin dei conti, più rigogliosi i prati nei quali pascolano, migliore l’aroma e la qualità del latte che ci danno.

Una materia prima di qualità superiore

Le nostre mucche sono nutrite in modo naturale durante tutto l’arco delle stagioni: in estate erba fresca, in inverno fieno essiccato al sole. Il loro latte è di qualità superiore. Un’ottima materia prima, che viene poi lavorata per produrre diversi tipi di latticini dal sapore eccezionale. Anche i mastri casari preferiscono il latte da fieno.

Solo rinunciando con coerenza al foraggio fermentato è possibile produrre formaggio senza l’aggiunta di conservanti artificiali e senza un intervento meccanico intensivo. Inoltre, per i tipi di formaggio che richiedono una lunga stagionatura, la qualità del latte è particolarmente importante. Solo con una materia prima di eccellente qualità è possibile produrre formaggio adatto a una lunga maturazione. Il latte da fieno è particolarmente idoneo a questo scopo ed è pertanto la materia prima ideale per i migliori formaggi.

Buono per il corpo, buono per l’anima

Diversi studi pubblicati dalla stazione di ricerche agronomiche Agroscope lo confermano: rispetto ai latticini normali, i prodotti a base di latte da fieno contengono una quantità maggiore di acidi grassi omega 3 e di acidi linoleici coniugati (CLA). Questi risultati sono confermati anche da uno studio dell’Università per le risorse naturali e le scienze della vita di Vienna. Gli acidi grassi omega 3 sono acidi grassi polinsaturi che il nostro organismo non è in grado di produrre autonomamente.

 

Poiché tuttavia la loro importanza è vitale, l’essere umano è obbligato a procurarseli mediante l’alimentazione. In un quadro di vita sano i prodotti a base di latte da fieno non dovrebbero pertanto mancare.

Lo spettro di acidi grassi presente nel latte da fieno e nei suoi derivati (autori: M. Schreiner, M. Seiz, W. Ginzinger)